I nostri corpi fisici sono pieni di Vortici Energetici,

che chiamiamo Centri Energetici.

[Con] questi vortici energetici… parve possibile fare alcune deduzioni sulla relazione tra l’anatomia fsica del corpo umano e la natura energetica dei chakra.
Tratto da Inner Bridges: A Guide to Energy Movement and Body Structure (Ponti interiori: guida al movimento dell’energia e alla struttura corporea), di Fritz Frederick Smith, M.D., © 1986 , Capitolo 2, Pagina 50.

Nella tradizione induista, nel testo delle Upanishad dello Yoga Kundalini vi è una delle prime documentazioni che affermano l’esistenza dei Centri Energetici.

“La prima cosa importante che mi è stata insegnata dopo essere entrato in monastero fu questa:
il corpo ha sette centri energetici, che in inglese potrebbero essere chiamati vortici… essi sono potenti campi elettrici, (quasi) invisibili agli occhi..”
Tratto da The Ancient Secret of the Fountain of Youth (L’antico segreto della fonte della giovinezza), di Peter Kelder, © 1939 (edizione aggiornata 1985), Parte 1, Pagina 9.

La parola chakra è un termine sanscrito che signifca “ruota” o “girare” e indica “qualcosa a forma di ruota” o un vortice di Energia.

Questi Centri Energetici sono effettivamente dei Centri rotanti e pulsanti che esistono nel campo eterico del corpo umano.

In sanscrito, chakra signifca letteralmente ruota; essi sono descritti in antichi testi yogici come centri di energia nel corpo.Tratto da Inner Bridges: A Guide to Energy Movement and Body Structure, di Fritz Frederick Smith M.D., © 1986, Capitolo 2, Pagina 49.

Se la forma di una “ruota” è raffigurata attorno al perimetro di un cerchio, i “raggi” della ruota dividono il cerchio in segmenti.

Nella tradizione induista questi sono detti i “petali” del centro energetico.

Perché la tradizione indù ha usato il termine “petalo”?

Perché quando la “ruota” o centro energetico gira molto velocemente…crea una forma simile ad un fiore.

 A causa di questa antica percezione interiore dei centri energetici che somigliavano a dei fori, i segmenti vennero chiamati “petali”.

I chakra menzionati in questi testi sanscriti … differiscono leggermente tra loro riguardo al numero di petali … il centro della corona (o Sahasrara Padma) – il loto dei mille petali. Le diferenze che riguardano il numero di petali non sono importanti.Tratto da : The Chakras: A Monograph (Chakras), di Charles W. Leadbeater © 1927 , Capitolo 5, Pagina 68.

Per approfondire la conoscenza dei Centri Energetici … leggi anche ALTRE INFORMAZIONI DI BASE SUI CENTRI ENERGETICI

Questo articolo è stato estratto dal “Manuale di Pranic Energy Healing Livello 1”, redatto da Charlotte Anderson, ©2013, edizione italiana scaricabile gratuitamente a questo indirizzo:

http://www.pranicenergyhealing.net/download/TMPEHLevel1_Italian.pdf

 

 

Giorgio

Laureato in Medicina e Chirurgia, specialista in Medicina Legale.
Sono sempre stato interessato alle discipline energetiche come supporto integrativo del processo di guarigione.